Blog: http://trama87.ilcannocchiale.it

vittoria


Bene...ci siamo riusciti.
Mi trovo a casa, ancora incredula. Ho visto nelle facce di molti poco entusiasmo, o forse troppa sicurezza..non saprei, so solo che fino all'ultimo seggio per NOIi è stata una tortura.
A contare testa per testa chi erano quei "vili" che non ci avevano votato o quegli "eroi" che hanno mantenuto la promessa!!
Io penso che per quanto mi riguarda, ho vinto.
Ho vinto per me stessa, ho vinto per quello che ho costruito in questi 5 anni, ho vinto perchè ABBIAMO VINTO. Ho vinto perchè abbiamo creato un GRANDe PROGETTO POLITICO,pieno di contenuti, grazie al quale ci siamo guadagnati la rappresentanza all'assemblea Nazionale e Regionale...abbiamo vinto perchè nessuno pensava che chi non si fosse schierato (dalemiano o Veltroniano) ce la potesse fare!
Io penso a chi ha fiducia in questo nostro lavoro...penso soparttutto ai ragazzi del circolo Pigneto-Prenestino, del Quadraro, di Tor deschiavi e Casilino 23.... chiamiamoli pure i GIOVANI DEMOCRATICI DEL VI, che hanno lavorato come matti per far vincere il progetto, non tanto le FACCE!!! Penso soprattutto ad altri ragazzi che ci hanno APPOGGIATO in pieno appena hanno visto che si parlava di POLITICA! ( e questa per me è stata una grande soddisfazione)
Faccio un in bocca al lupo ai miei compagni di lavoro.. a Stefano,Laura e Mattia, perchè penso che ci aspetterà un duro e lungo lavoro, che probabilmente noi inizieremo ed altri finiranno...
Penso che la politica debba cambiare..ma soprattutti nel mondo giovanile. Perchè per quanto mi riguarda, quella che c'è ora non rappresenta nessuno, tantomeno le giovani generazioni.
Bisogna tornare a parlare di lealtà e di rispetto, di cristallinità e di rappresentanza, che fino ad ora è mancata!
Bisogna rivendicare il concetti di AUTONOMIA, e fare attenzione a chi porta il finto vessillo di generazione libera dal partito, essere autonomi non vuol dire contrastare sempre il partito o solamente avere dei propri organi dirigenti..ma vuol dire PENSARE LIBERAMENTE, vuol dire non sottomettersi a nessun ordine prestabilito da determinati personalismi politici, non vuol dire scegliere da CHE PARTE STARE..e combattere solo per quella parte, non vuol dire creare masse di persone che ti appoggiano, senza neanche sapere di cosa si sta parlando, ma emancipare i ragazzi...

Pubblicato il 24/11/2008 alle 17.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web